Per chi è affetto da disabilità spostarsi da un luogo ad un altro non è sempre una cosa semplice. Chi vive in una condizione di svantaggio fisico è costretto ogni giorno, nel quotidiano ad affrontare sfide davvero dure.

Una di queste come dicevamo riguarda la mobilità urbana. Chi è affetto da una disabilità motoria spesso per spostarsi può contare solo sulla propria rete familiare, perchè le istituzioni non sempre riescono a soddisfare le necessità dei cittadini più bisognosi. Ma i disagi non sono pochi. Per trasportare per esempio, una sedie a rotelle, c’è bisogno del mezzo adatto e non sempre una famiglia lo possiede.

Le difficoltà legate agli spostamenti rendono questi ultimi sempre meno frequenti e chi ha difficoltà motorie spesso non esce di casa, resta da solo in disparte dall‘intera società.

Quello che vogliamo raccontarvi questa settimana è una storia a lieto fine legata agli abitanti in difficoltà della cittadina di Ardea, che ha ricevuto un grande dono che sta cambiando la mobilità urbana di molti dei suoi cittadini.

Una donazione davvero importante

Alcuni imprenditori della zona di Ardea, sensibili a questa tematica sociale, hanno infatti deciso di donare un bus attrezzato per il trasporto di persone affette da disabilità motorie e questo per farle uscire dal loro isolamento.

La donazione in questione è avvenuta lo scorso 24 ottobre, nell’aula consiliare “Sandro Pertini”, dove è stato presentato il progetto di mobilità sostenibile.

Con questa donazione le cose in città cambiano radicalmente. Si rompono le barriere architettoniche, si permette a tutti di poter essere indipendenti e di raggiungere qualsiasi posto si desideri. Insomma un vero esempio, che speriamo anche altri imprenditori possano seguire per aiutare chi è in difficoltà.