Camminare resta sempre il modo più efficace per scaricare lo stress accumulato durante la giornata, nonché il modo più sostenibile per spostarsi; che sia per una sola giornata o per un weekend intero, sono sempre più gli italiani che scelgono di praticare trekking.
Il modo perfetto per ricaricare le pile, staccare la spina dalla routine quotidiana ed entrare in contatto con la propria parte “selvaggia” sono solo alcuni degli aspetti positivi che portano le camminate all’ aria aperta.
Spesso si fa l’errore di associare il trekking alle vacanze in montagna, ma non c’è niente di più sbagliato, l’Italia è un paese ricco di sorprese è molto spesso il sentiero più arduo e alto che percorrerete potrebbe concludersi su una bellissima spiaggia o in una spaziosa vallata con lago.
Ma quali sono i posti migliori per fare trekking in Italia?

  1. Marmolada (Trentino Alto Adige – Veneto)
    Il cuore delle dolomiti, le montagne famose in tutto il mondo; per gli amanti del trekking più esperti è ormai una tappa fissa. I suoi ghiacciai imponenti e la fauna locale, non vi faranno pentire dell’ardua impresa. 
  2. Sentiero degli Dei ( Costiera Amalfitana)
    Questo percorso offre la vista su uno dei panorami più famosi al mondo, una camminata tra la costa e l’entroterra ricco di macchia mediterranea. Tra vigne, agrumeti, frutteti di varia natura e guglie e profonde gole, è il posto perfetto per gli appassionati di natura e speleologia.
  3.  Parco delle Madonie (Sicilia)
    Ideale per gli amanti del trekking ma anche per gli appassionati di bicicletta; il territorio, tra i più interessanti del Mediterraneo, sotto l’aspetto botanico e faunistico vi permetterà di riposarvi su una delle spiagge cristalline che lo circondano.
  4. Golfo dei poeti ( Liguria)
    Spesso affiancato al trekking nel parco Nazionale delle Cinque terre, questo percorso sospeso tra mare e terra offre la possibilità di fare itinerari di uno o più giorni e di scegliere percorsi comodi o molto aspri e ardui. 
  5. Parco del Pollino ( Basilicata e Calabria)
    Un territorio prevalentemente roccioso caratterizzato da molti corsi d’acqua come il bacino del Sinni e il famoso torrente Raganello dove è possibile praticare canyoning. Per la vostra prima volta nel Parco del Pollino è consigliabile affidarsi ad una guida esperta del parco. 
  6. Massiccio del Monte Bianco ( Valle d’Aosta)
    il Monte bianco è un classico per gli appassionati di trekking del nostro paese, percorrere le sue vallate tra pareti e ghiacciai sarà sicuramente in grado di regalarvi una bella dose di adrenalina, poco adatto ai principianti. 
  7. Parco del Cilento ( Campania)
    Una rete intricata di antichi sentieri ricco di paesaggi suggestivi e di fauna e flora; un trekking dal mare alla montagna avvolti da un luogo che dal 1996 è patrimonio UNESCO. 
  8. Monti Sibillini ( Marche -Umbria)
    Il Parco Nazionale dei Monti Sibillini è il luogo perfetto per fare un’escursione rilassante e rigenerante. Meta preferita dagli escursionisti dell’Italia centrale,  offre una ricca vegetazione caratterizzata da paesaggi colorati e rigogliosi. 
  9. Piccole Dolomiti e Lago di Garda ( Veneto)
    Qui potrete scoprire il piacere di perdervi nella natura incontaminata avvolti da alberi centenari e rara vegetazione; se vorrete spingervi fino al Lago di Garda, il percorso sarà più lungo ma ne varrà la pena assolutamente. 
  10. Isola di Capraia ( Toscana)
    Meta ideale per gli escursionisti più spartani, l’isola di Capraia è un paradiso incontaminato dove si alternano paesaggi aridi e vegetazione ricca di fiori e piante, è il trekking ideale per chi non ricerca per forza la comodità.


Un’ampia scelta di percorsi da Nord a Sud ricchi di paesaggi suggestivi; il modo perfetto per scoprire nuovi posti, magari conoscere nuove persone, affrontare nuove sfide e tornare a casa ricchi di una nuova esperienza.