Nuovo modello flix bus

Il futuro dei trasporti è sempre più elettrico e la dimostrazione lampante è il cambiamento della scuderia dei bus del colosso Flixbus che diventano ibridi.

Eh si, Flixbus, è stata la prima azienda al mondo di trasporti a lunga percorrenza a puntare sui bus elettrici, un grande passo in avanti questo, che ci fa capire come il cambiamento di rotta sta investendo tutti, sia i trasporti pubblici che privati e ora anche quelli a lunga percorrenza. 

Una sfida vinta!

Il primo progetto pilota, prevedeva come itinerario la tratta Parigi Amiens. I modelli coinvolti in questo esperimento, riuscito alla grande, sono stati due bus modello Yotong ICE 12 che hanno portato a termine senza problemi l’itinerario stabilito.

Dopo la Francia, il 25 ottobre tale esperimento si è ripetuto anche in Germania per la tratta Francoforte- Mannheim. 

Questa volta l’autobus era uno solo ed ha viaggiato con l’energia pulita al 100% fornita da Greenpeace Energy. Il tedesco Flix-E-Bus ha compiuto due viaggi giornalieri di andata e ritorno, con una fermata all’aeroporto di Francoforte e a Heidelberg per il viaggio da Francoforte a Mannheim. Si è rifornito grazie ad una stazione di servizio realizzata proprio per i bus ibridi in tutta tranquillità.

Quando infatti si decide di investire sui mezzi di trasporto è normale che a cambiare non sono solo questi ultimi, ma anche le strade, le autostrade e ovviamente le stazioni di servizio, cambiano volto e tutto deve diventare conforme ai mezzi elettrici.

Un investimento costoso

L’azienda Flixbus si sta lasciando conquistare da questa nuova tecnologia, pur essendo consapevole che l’investimento iniziale dell’acquisto di nuovi bus ibridi non sarà poi così economico.

Nonostante questo aspetto, l’azienda desidera essere parte attiva del cambiamento e dare il proprio contributo anche a beneficio dellambiente. Questi mezzi infatti hanno diversi vantaggi ma hanno la grande proprietà di alimentarsi con elettricità pulita rispettando quindi il clima.