Volvo vince un premio ambito

Il 23 Gennaio 2019 è stata una data molto speciale per la casa automobilistica Volvo, che ha portato a casa un altro importante successo, ovvero l’ ambitissimo premio che gli è valso il primo posto nella competizione “Coach of the year”.

La cerimonia di premiazione che si è tenuta a Madrid, ha visto come vincitore appunto il modello Volvo 9900, già noto per essere stato il modello più richiesto d’Europa battendo tutti i record delle vendite.

Non poteva essere altrimenti, il modello 9900 infatti è davvero un bus fuori dagli standard comuni a cui il mondo dei trasporti ci ha abituato, e grazie alle sue innumerevoli caratteristiche lo rendono un bus davvero unico.

Un bus davvero speciale

Le sue peculiarità sono davvero svariate. Abbiamo scelto di raccontarvene qualcuna per farvi capire le sue potenzialità.

Prima di tutto il comfort di questo bus è molto aumentato e questo grazie a diversi fattori.

Questo bus ha infatti un’altezza maggiore rispetto agli altri, circa 12 cm in più, e ciò permette non solo che il vano riservato ai bagagli sia più ampio, ma che le postazioni dei passeggeri siano più spaziose e di conseguenza più confortevoli.

Esternamente questo bus possiede un baffo trasparente che permette una visuale maggiore al passeggero, che potrà ammirare il paesaggio che incontrerà lungo il percorso non solo dai classici finestrini, ma che da quest’altro “punto di vista” davvero innovativo. Ma non solo benefici per il passeggero anche per il conducente ci sono grandi novità.

Anche la sua postazione infatti è stata decisamente modificata, si presenta  più ampia e quindi più agevole, perfetta per affrontare al meglio le ore di guida.

Un bus per l’ambiente

Questo bus inoltre è stato pensato anche per il rispetto dell’ambiente. Gli ingegneri e i progettisti infatti hanno creato le condizioni necessarie per far si, che questo bus quando circoli abbia un basso impatto ambientale.

Tutte queste caratteristiche e molte altre ancora lo hanno reso il bus dell’anno e alla luce di ciò questo premio non poteva che aggiudicarselo Volvo.