D’inverno viaggiare non è sempre una cosa semplice, soprattutto quando le condizioni meteo non lo consentono al meglio. Ma chi pensa che d’inverno bisogna solo stare a casa, sbaglia di grosso. Se infatti ci si attrezza bene e si rende il proprio veicolo un mezzo sicuro allora, anche viaggiare con la propria auto con il mal tempo non sarà poi un qualcosa di così complicato.

Quando appunto le condizioni meteo non sono favorevoli è giusto adeguare il proprio veicolo secondo le regole del codice della strada. Secondo infatti la normativa 120/2010, se ci si imbatte in un cartello rettangolare con la scritta “Obbligo di pneumatici invernali o catene a bordo” indipendentemente dalle condizioni meteo è d’obbligo adeguarsi alla regola.

Le soluzioni sono quindi tendenzialmente due: o quella di montare le catene alle proprie gomme o utilizzare un tipo di pneumatico proprio predisposto ad affrontare i percorsi innevati. Ma quale è la soluzione migliore? Scopriamolo.

Quale delle due soluzione è la migliore?

In realtà entrambe le soluzioni sono perfette.

Nel primo caso ovviamente le catene sono una scelta provvisoria, esse vanno montate al momento e possono essere eliminante una volta concluso il viaggio. L’incombenza quindi risulta quella di montarle e smontarle ogni volta.

La scelta invece di cambiare totalmente pneumatico è sicuramente più dispendiosa rispetto alla prima e più radicale, proprio perchè il pneumatico resta anche quando ci si lascia alle spalle il cattivo tempo. Il fastidio è praticamente nullo, perchè sarà il gommista due volte l’anno a montarle.

In generale, gli pneumatici invernali sono il dispositivo che funziona meglio al di sotto dei 7°C di temperature e consentono la mobilità in sicurezza per tutto il periodo invernale. Questa soluzione si rivela davvero vincente sia per la comodità, e sia perchè sono affidabili in qualunque condizione in cui si trova il manto stradale o del meteo

La scelta spetta comunque a voi.